Design della luce

Nel corso degli anni in diverse occasioni dedicandoci a progetti di illuminotecnica abbiamo fatto esperienza nel design di apparecchi da interno e da esterno sia dal punto di vista stilistico che tecnico. Prima come Piano Design Workshop e successivamente come Ergo Design abbiamo avuto modo di acquisire esperienza nel campo della luce materia costituita da particelle elementari i fotoni, i quanti del campo elettromagnetico.

lampione iGuzzini Nuvola
il lampione iGuzzini Nuvola, vincitore dei premi Compasso d’Oro e IF Design Award

Progettare con la luce è una cosa molto affascinante perché grazie ad essa vediamo le cose che ci circondano e i colori. La luce determina la percezione di ciò che ci circonda e trasmette emozioni. Pertanto la luce è scoperta senza la quale nulla sarebbe a noi chiaro, manifesto e distinguibile alla vista.

faretto iGuzzini Le Perroquet
Il faretto iGuzzini Le Perroquet, vincitore del premio IF Design Award e menzione d’onore al Compasso d’Oro.

È necessario anche avere una buona informazione e conoscenza delle esigenze illuminotecniche di ciò che si vuole illuminare e come lo si vuole illuminare, avere inoltre sempre chiare in mente le caratteristiche tecniche che il prodotto che ci si accinge a progettare deve possedere .

Nella progettazione consideriamo la luce come un materiale vivo composto da fotoni in movimento. La luce è molto versatile e ha infinite possibilità applicative. Per sapere come manipolarla e ottenere l’effetto desiderato bisogna conoscere le tecnologie a disposizione e le ottiche LED da impiegare .

Di seguito altri esempi che ci hanno visti impegnati nel campo dell’illuminazione:

  • Un concept per un lampione alimentato da fonti di energia rinnovabili eoliche e fotovoltaiche denominato COBRA
  • Due progetti di sospensioni campane industriali.
  • Una serie di faretti autoprodotti nel nostro laboratorio.

Sono tre esempi molto diversi che mettono in luce l’ampio ventaglio di competenze che ci permette di affrontare con sicurezza tutte le fasi e le complessità di un progetto di illuminotecnica completo.

Lampione solare-eolico Cobra
lampione solare Cobra

Il concept COBRA è un’idea di lampione con illuminazione LED che sfrutta al massimo le fonti di energia rinnovabili. Rispetto ai lampioni tradizionali, il suo impiego è positivo sia per il risparmio energetico sia per la riduzione dei costi di gestione dell’impianto.

La forma della sommità del lampione è studiata in modo che su una grande superficie superiore “estradosso” possa essere collocato un pannello fotovoltaico di circa 1,5 mq, sulla faccia inferiore “intradosso” sono invece distribuiti fonti Led.

lampione solare eolico

In un’altra versione abbiamo posto una pala eolica con un rotore d 600 mm di diametro consentendo così di accumulare energia dal vento anche in assenza di luce.

Campana industriale
campana industriale Quattrobi Minni
Campana industriale Quattrobi Minni

La campana industriale è un tipo di apparecchio particolarmente adatto ad illuminare l’interno di ampi spazi con soffitti alti come ad esempio capannoni, officine, centri commerciali e grandi uffici. L’impiego di queste lampade è di tendenza anche in ambienti non industriali come loft e bar.

campana industriale iGuzzini Berlino
particolare della campana industriale iGuzzini Berlino
Campana industriale iGuzzini Berlino

La campana può essere opaca, di metallo o materiale semitrasparente per diffondere la luce in ogni direzione. È disponibile in diverse misure a seconda di quanto grande sarà l’ambiente da illuminare.

Sopra alla campana nel caso dell apparecchio MINNI è collocato un box componenti diviso in due parti: un estruso in alluminio alettato per disperdere il calore e una parte liscia. Il design dell’oggetto è volutamente semplice e lineare per rispecchiare lo spirito pratico di un prodotto che per tradizione nasce per essere usato nelle industrie. Nel secondo caso lo stile della Campana Industriale BERLINO, il Design del box prende spunto idealmente dalle alette di raffreddamento di ispirazione motoristica si pensi al gruppo termico alettato di una moto.

Faretto RED INK – fusione in lega di alluminio

Il progetto RED INK è nato dall’esigenza di risolvere un problema tecnico che si presentava su alcuni faretti ALOGENI esistenti che tendevano a danneggiarsi per surriscaldamento, tali faretti venivano collocati in punti poco accessibili, usati ad esempio per illuminare le opere o le volte all’interno delle chiese. Dovevano dunque restare accesi per molte ore senza richiedere manutenzione.

Abbiamo dunque creato un corpo alettato in Alluminio capace di dissipare il calore con massima efficienza., nella foto il corpo rosso fuoco su pannello bianco

In questo caso il progetto si è esteso anche alla fase di produzione in serie limitata condotta all’interno del nostro laboratorio.

particolare faretti a sospensione accesi
Le alette sulla testa del faretto studiate per una dissipazione ottimale del calore.

Ultimamente abbiamo riutilizzato alcuni faretti utilizzando fonti LED per realizzare una lampada a sospensione atta ad illuminare i tavoli da disegno del nostro laboratorio, in modo da verificarne l’efficacia e la funzionalità. Tutto ciò per studiare estetiche e funzioni rispondenti a specifiche esigenze di nuovi proiettori che attualmente sono allo studio.

lampada a sospensione con faretti

I faretti possono essere orientati direttamente verso la stanza o verso il pannello per avere una luce riflessa più diffusa e confortevole.

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook