Filoo

maniglia Filoo satinata

La collaborazione avvenuta negli anni ’60 tra l’architetto Luigi Caccia Dominioni e l’azienda Lualdi Porte è entrata a far parte della cultura del design italiano. All’epoca l’azienda era guidata da Bruno Lualdi. Oggi, i figli Antonio Caccia Dominioni e Ambrogio Lualdi proseguono la tradizione al fianco di Ergo Design con il progetto della maniglia Filoo per l’azienda Frascio

maniglia filoo cromata

Un nastro di metallo curvato assume la forma della maniglia.

L’oggetto trasmette un senso di leggerezza. Un unico elemento, semplice e sottile, sembra muoversi dinamicamente nello spazio e asseconda con naturalezza la forma e il movimento della mano.

È interessante notare come gli effetti di leggerezza e smaterializzazione siano raggiunti grazie a tre diversi accorgimenti progettuali:

  • Esilità dell’oggetto.
  • Movimento della forma.
  • Illusione di morbidezza: la forma sembra determinata dal cedimento e dalla deformazione del materiale sotto l’azione della mano che apre la porta.
due maniglie in lavorazione. Pressofusione in zama.
Due maniglie Filoo durante il processo di produzione, appena uscite dallo stampo, dopo la pressofusione in lega di zama.

Particolare attenzione è stata dedicata alla cura dei materiali e delle texture che determinano le numerose possibili finiture superficiali con cui la maniglia si presenta.

diverse finiture della maniglia
Diverse finiture della maniglia Filoo
Seguici anche sulla nostra pagina Facebook