Prototipi e modelli nel design

Scritto da: Francesco Bianco

In questo articolo: La realizzazione di modelli e prototipi ha un’importanza imprescindibile nel processo progettuale. Ogni fase del progetto richiede diverse tipologie di modelli e prototipi.

Tempo di lettura: 12 minuti

modelli realizzati da Ergo Design

Nelle aziende che hanno adottato il Design Thinking come processo per lo sviluppo di nuovi prodotti è normale realizzare numerosi modelli e prototipi. Se non sei abituato a lavorare con questo metodo, capisco che realizzare tanti modelli e prototipi possa, inizialmente, sembrare uno spreco di risorse. Ma attenzione: in realtà è vero il contrario.

In questo articolo approfondiamo la questione. Spero così di aiutarti a capire perché la realizzazione consistente di modelli e prototipi sia una pratica vincente per l’azienda. Saper realizzare i modelli giusti nel corso del progetto, e non soltanto alla fine, consente infatti di testare le idee, effettuare correzioni, scoprire cose nuove e raggiungere un grado di innovazione e qualità altrimenti impossibile. Vediamo come:

Il metodo del “Laboratorio di progettazione”

Il metodo Ergo Design è quello del “laboratorio di progettazione”. Il laboratorio è il luogo dove le idee vengono verificate sul campo, ci si sporcano le mani, si sperimenta, si costruisce, si crea. Le idee teoriche si confrontano con la realtà pratica, si sfidano, si correggono, si rafforzano.

Attraverso questo approccio prendono vita i progetti di Ergo Design. Dal pensiero alla realtà: cogito ergo sum.

Il metodo del “laboratorio di progettazione” consente di raggiungere un alto grado di innovazione. Per innovare, infatti, bisogna superare i confini marcati da tutto ciò che è già stato fatto. Per superare questi confini bisogna fare ricerca. Per far avanzare l’attività di ricerca bisogna sperimentare. Sperimentare significa provare, mettere in pratica, confrontarsi con la realtà; realizzare modelli e prototipi.

Accompagnare la progettazione teorica con l’attività pratica consente di espandere e rafforzare la conoscenza. Questo influisce positivamente non solo sui progetti in corso di realizzazione ma anche su quelli che verranno affrontati in futuro.

Sfruttare al meglio tecnologie e conoscenza

Un modello o un prototipo è utile al progetto quando consente di scoprire o verificare qualcosa che prima non si sapeva. Affinché questo sia possibile molte volte bisogna sperimentare con i materiali e con le tecniche di produzione.

Per rispondere alle varie sfide del progetto, per i designer è dunque fondamentale avere la possibilità di realizzare, di volta in volta, i modelli e i prototipi adeguati. Prendiamo ad esempio Ergo Design: Il laboratorio interno allo studio dispone degli spazi e delle attrezzature ideali per realizzare un’ampia gamma di modelli, prototipi e test. A volte sono necessarie lavorazioni particolari e si rivela utilissima la rete di fornitori e collaboratori esterni affidabile e consolidata in anni di esperienza. Così Ergo Design, anche nel caso di progetti tecnicamente molto complessi, è in grado di sostenere la progettazione fino alla produzione di esemplari totalmente funzionanti (ne sono un esempio i progetti del bruciatore premiscelato o del Real Life Tester). Spesso però il progetto di design è un oggetto che verrà messo in produzione da un’azienda che già padroneggia particolari tecnologie e tecniche produttive. In questi casi Ergo Design collabora con l’azienda e la affianca nelle fasi di prototipazione avanzata e pre-produzione. In questo modo le tecnologie e le conoscenze vengono sempre sfruttate al massimo del loro potenziale.

Diverse tipologie di modelli e prototipi

Per quanto detto finora, avrai forse già cominciato a capire che diversi tipi di progetti richiedono diversi tipi di modelli e prototipi. Inoltre, anche all’interno di uno stesso progetto, varie fasi di avanzamento richiedono test e modelli di diversa natura. Come ho detto in precedenza, ogni modello serve al progettista per scoprire qualcosa. Pertanto, in ogni fase si realizza la tipologia di modello più utile a raggiungere questo scopo.

È fondamentale capire che i modelli non servono solo a presentare al cliente il lavoro finito. Sono uno strumento progettuale vero e proprio.

Di seguito, utilizzando come esempio l’attività e il metodo di Ergo Design, prendiamo in esame i vari tipi di modelli e prototipi che possono essere realizzati durante un progetto.

Modelli di concept design

I modelli realizzati per il concept design enfatizzano l’idea. Servono a sperimentare e capire il limite semantico dell’oggetto.

modello di concept design di una caraffa realizzato in gesso
particolare del manico di un modello di concept design di una caraffa
Modello di concept design di una caraffa realizzato in gesso.
Modelli di studio

Servono a capire e testare le dimensioni nello spazio, gli aspetti ergonomici e le proporzioni dell’oggetto. Sono fatti per essere maneggiati simulando l’uso e le interazioni tra l’uomo e il prodotto.

modello di studio del rubinetto Cayen realizzato per Rubinetterie Frattini
Modello di studio del rubinetto Cayen, realizzato per Rubinetterie F.lli Frattini.
Modelli di sperimentazione con il materiale

Servono ad acquisire dimestichezza con i materiali con cui verrà prodotto l’oggetto finito. Osservare il comportamento del materiale in relazione alle tecniche di lavorazione consente di capire i limiti del progetto. Sperimentare i limiti significa anche scoprire opportunità di innovazione, anticipare le difficoltà di produzione e sfruttare a vantaggio del progetto le particolari caratteristiche dei materiali e dei processi produttivi.

modello in ceramica della teiera Oolong
Teiera Oolong progettata da Ergo Design per Laboratorio Pesaro. In questo caso i modelli sono stati particolarmente utili per studiare e comprendere le relazioni tra scelte formali e ritiro del materiale in fase di essiccazione e cottura.
colate in alluminio per faretti
Colate di alluminio in sabbia per la realizzazione di faretti per lampade dicroiche. In questo caso era importante realizzare prototipi in alluminio per verificare la dissipazione termica garantita dal design della testa del faretto.
colate di alluminio in sabbia
Colate di alluminio in sabbia. È importante notare che la maggioranza dei modelli e prototipi mostrati in questo articolo sono stati realizzati all’interno del laboratorio Ergo Design. La possibilità di utilizzare varie tecniche produttive senza dover per forza ricorrere a fornitori esterni permette di svolgere ricerche con particolare rapidità, continuità ed efficacia.
sostegno per paralume
giunto per montanti di una libreria
Colata in bronzo per realizzare il sostegno di un paralume di una lampada a sospensione – Giunto di raccordo realizzato per il progetto di un sistema di scaffali.
Modelli estetici

Servono a studiare l’effetto estetico del prodotto finito. Sono generalmente realizzati con materiali che consentono una realizzazione rapida ed economica del modello. I colori, le finiture e le texture vengono riprodotti in modo da simulare l’oggetto reale.

modello di bollitore in schiuma verniciata
Modello di bollitore realizzato in schiuma verniciata.
fibbia e raccordi metallici per la maniglia di una valigetta
Modello di raccordi per manico di valigetta e fibbie di chiusura. In questo caso il materiale usato è l’alluminio. Sembra di trovarsi di fronte al prodotto finito ma nel modello estetico non è riprodotto il meccanismo interno di funzionamento della fibbia.
Prototipi funzionanti

I prototipi servono a testare il funzionamento effettivo del prodotto. Sono realizzati tenendo conto di tutti i materiali e le caratteristiche che deve avere l’oggetto finito. Ciò non significa che i prototipi vengano realizzati solo nella fase finale dello sviluppo di un prodotto. Anzi, come appare evidente negli esempi qui sotto, la prototipazione è importantissima per verificare l’efficacia delle soluzioni proposte durante tutta la fase di progettazione e sviluppo.

meccanismo interno di una serratura
prova di tenuta di un incastro a pressione
Prototipo funzionante di serratura per porta da interni con tasto di apertura a pressione. – Prototipo di un incastro a pressione facente parte del progetto Real Life Tester: durante lo sviluppo di macchinari molto complessi è utile prototipare e testare anche un singolo particolare alla volta.
camere di combustione di un bruciatore
Prototipi funzionanti di camere di combustione per bruciatore premiscelato. Durante la fase di sviluppo, l’intento di questi prototipi era verificare quale fosse la forma di camera di combustione più performante. È interessante notare come in questi prototipi vengano curati solo ed esclusivamente gli elementi utili a rispondere alla specifica domanda che il progettista si pone.
bruciatore premiscelato
Prototipo funzionante e completo del bruciatore premiscelato.

Conclusione

Grazie per avermi seguito fino alla conclusione di questo lungo articolo. Ora i modelli e i prototipi nel design non hanno più segreti per te. Per finire, vorrei concludere sintetizzando i principali motivi per cui fare tesoro delle informazioni qui contenute:

Realizzare modelli e prototipi è essenziale all’interno di un processo progettuale convincente.  È essenziale non solo perché sostiene e verifica il progetto teorico ma anche e soprattutto perché amplia le conoscenze e fornisce la chiave di volta verso soluzioni più efficaci e innovative.

La realizzazione di modelli e prototipi comprende un vasto ventaglio di possibilità. Avere la padronanza di queste possibilità significa disporre degli strumenti che servono, in ogni fase del progetto, ad ottenere i migliori risultati.

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook

Francesco Bianco

Con il suo lavoro vuole implementare e far crescere il design nelle piccole imprese. Nel 2017, con Lucia Rampino, ha scritto il libro "Il designer in azienda: Il viaggio d'esplorazione di un giovane designer in una PMI no-design". Ha studiato Design del Prodotto Industriale e Design & Engineering al Politecnico di Milano.