Il Design Thinking spiegato agli imprenditori

Scritto da: Francesco Bianco

In questo articolo: Cos’è il Design Thinking, spiegato in modo semplice? Perché è considerato una risorsa facilmente accessibile in grado di dare grandi vantaggi alle aziende? Come puoi iniziare ad usarlo?

Tempo di lettura: 6 minuti

design thinking moment

Il Design Thinking è considerato una risorsa fondamentale per le aziende. Rappresenta un’opportunità importante e coglierla non è affatto complicato. Date queste premesse, forse penserai che tutti gli imprenditori siano esperti di Design Thinking. Ma non è così.

Gli imprenditori di successo sono sempre a caccia di risorse e opportunità per il proprio business. Se stai leggendo questo articolo probabilmente sei tra questi e avrai sicuramente già sentito parlare di Design Thinking. Capire cosa sia di preciso, tuttavia, non è così semplice. Infatti, esiste una sconfinata letteratura sul Design Thinking ma si rivolge, per la maggior parte, ai designer come me. Ci piace filosofeggiare sul design interrogandoci sul come e sul perché di questa disciplina. Sì, lo so, siamo pedanti, siamo odiosi.

L’imprenditore invece vorrebbe capire rapidamente solo 3 cose, nient’altro:

  • Cos’è il Design Thinking
  • Perché è utile alla sua impresa
  • Come può iniziare ad utilizzarlo.

È così che ho deciso di scrivere questo articolo, per cercare di spiegare in modo molto semplice e diretto questi tre punti. Infatti, sono proprio gli imprenditori coloro che possono trarre i maggiori benefici dal Design thinking. Inoltre, il design non può sopravvivere confinato tra i designer. È trans-disciplinare. Ha bisogno degli imprenditori. Deve essere capito e condiviso da tutta l’azienda per poter esprimere il massimo del suo potenziale.

Cos’è il Design Thinking

Il Design Thinking è uno strumento. È il modo di pensare del design. Non è il prodotto finito. È il procedimento che porta alle soluzioni.

Quando coinvolgi un designer nel processo di sviluppo di un nuovo prodotto sappi che il valore aggiunto che puoi ottenere non è solo nel risultato finale. Il più grande valore è in realtà racchiuso nel sistema di pensiero e collaborazione, cioè nella sinergia che il designer può creare con la tua azienda rendendola unica e quindi inimitabile dalla concorrenza.

Come può il Design Thinking rendere la tua azienda unica e inimitabile? Semplice. Le caratteristiche peculiari della tua impresa sono elementi imprescindibili all’interno del Design Thinking che è il processo che porta alla soluzione finale. Il designer che usa questo procedimento non propone nulla senza prima aver ascoltato molto bene tutte le necessità dell’azienda e averne considerato e ponderato attentamente tutte le abilità e particolarità.

Il procedimento conduce alle soluzioni vincenti perché è capace di individuare i problemi, i punti di forza e coordinare tutte le complessità secondo una visione organica del progetto.

Non si tratta solo di organizzare le conoscenze specifiche necessarie allo scopo. Il Design Thinking è un catalizzatore capace di cortocircuitare diverse realtà. Trova le risposte nella multidisciplinarietà, avvalendosi di un sapere trasversale e eterogeneo.

Come spiega perfettamente Enrico Gollo, fondatore di Ergo Design, “Spesso affrontare un problema tecnico comporta una conoscenza ed un impegno di responsabilità allargata in territori anche lontani dalle nostre specifiche conoscenze. Il compito del design sta proprio nella capacità, per metodo e vocazione, di comprendere e coordinare i diversi aspetti di un problema, avendo inoltre la capacità di trovare le risposte.”

Il Design Thinking trova la chiave di interpretazione per collegare gli elementi del problema e risolverli nel modo più originale, intelligente, semplice, elegante. È così che si raggiunge l’innovazione.

Perchè è utile all’impresa

Se sei riuscito a seguirmi fino a qui, per quello che abbiamo detto nei paragrafi precedenti, ti sarà chiaro che il Design Thinking permette di acquisire un metodo che penetra estremamente in profondità nel tessuto aziendale. Capace di valorizzare non solo la singola soluzione ma anche servizi, comunicazione e prodotti come un tutt’uno. In poche parole: il Design Thinking valorizza la tua impresa. Non solo il singolo prodotto. Tutta l’impresa.

Inotre, il Design Thinking si sposa alla perfezione con il sistema delle PMI italiane. Siamo la patria del design. Le nostre piccole aziende, con risorse non certo illimitate, proprio grazie al Design Thinking possono trovare la loro unicità. Laddove competere sulla tecnologia e sui prezzi è difficile, il design diventa risorsa vincente e elemento per distinguersi.

Come iniziare ad utilizzarlo

Per riuscire a sfruttare a pieno le potenzialità del design thinking bisogna che l’azienda abbia una solida cultura del design, cioè accetti e faccia proprio il Design Thinking come processo per lo sviluppo di nuovi prodotti. 

Per fare questo bisogna smettere di rivolgersi ai designer come fossero fornitori esterni a cui chiedere se per caso hanno nel cassetto qualche idea che possa andare bene per voi. Bisogna coinvolgere i designer nei processi. Aprirsi al design. L’azienda deve essere pronta a collaborare attivamente con i designer sul lungo periodo, condividendo conoscenze e punti di vista.

È chiaro che bisogna liberarsi dal pregiudizio che vede il design come qualcosa di collegato solo all’estetica formale. Da quanto abbiamo detto finora è evidente che non è così e che il design thinking può essere la marcia in più per qualsiasi tipo di azienda.

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook

Francesco Bianco

Con il suo lavoro vuole implementare e far crescere il design nelle piccole imprese. Nel 2017, con Lucia Rampino, ha scritto il libro "Il designer in azienda: Il viaggio d'esplorazione di un giovane designer in una PMI no-design". Ha studiato Design del Prodotto Industriale e Design & Engineering al Politecnico di Milano.